Davide Perisco - Hai partecipato due volte alla missione italiana in Antardide all’interno del progetto ANDRILL. Cosa puoi raccontarci di questa esperienza?